Accesso ai servizi

Il Palazzo del Comune o Sammicheli

Il Palazzo del Comune o Sammicheli


La paternità sammicheliana di questo edificio è discussa e certamente la parte superiore, nella sua forma attuale è databile dopo il 1593, anno in cui dovette essere ricostruita a seguito di un furioso incendio che la distrusse; pare comunque indubbia l’influenza della scuola del grande maestro veronese, benché non manchino nell’architettura di quello che ormai viene chiamato “Palazzo Sammicheli”, influenze e suggestioni di altri grandi del '500 veneto.

Per una datazione incerta c’è invece una data certa, quella di inizio della costruzione avvenuta intorno al 1537 e 1538.

La sala consigliare è l’ambiente più bello e ampio dell’edificio e nel 1605 un famoso intagliatore, Marcantonio Vanin, fu incaricato di decorarne i soffitti.

Il punto di osservazione migliore del Palazzo si trova nella parte posteriore, dove la massa dell’edificio risalta in tutta la sua imponenza, grazie anche al leggero dislivello delle strade secondarie rispetto alla via Carrarese.