Le Mura: L'interno e le Torri

- La Città murata

- L'interno e le Torri


Quando furono costruite le mura meridionali e settentrionali, il cammino di ronda fu ricavato facendolo sostenere da archivolti poggianti su pilastri.
Veniva così bandito quasi totalmente il legno usato in precedenza e facile da bruciare, soprattutto da quando era stato introdotto negli assedi l’uso dei proiettili incendiari.
La caratteristica più notevole delle mura carraresi è rappresentata dalle 24 torri.
Se nei secoli precedenti ci si era limitati a costruire innalzamenti della cortina integrati da elementi di legno (le bertesche) in pieno '300 non si può prescindere dall’uso di robuste torri che consentono migliore osservazione e tiro oltre che la possibilità di prendere il nemico di infilata mentre cerca di scalare la cinta.
Le torri dunque hanno alla base una fondazione piramidale che in alcuni casi può essere agevolmente rilevata dall’esterno.
Benché presentino sei lati, nella parte anteriore sono costruite secondo la geometria dell’ottagono, unendo in questo modo all’indubbia efficacia difensiva anche un eccellente effetto estetico.
Le torri, un pò più spesse del muro di cinta, sporgono per più di tre metri dalla linea del muro.
La loro altezza supera i 17 metri fino ad arrivare, nelle torri angolari, ai 19.