I Monumenti: La Piazza

 - La Piazza

- Il Palazzo del Comune o Sammicheli

- L'ospedale della Natività

- San Benedetto

 

La Piazza Maggiore, occupata nella parte centrale dal “Listòn” di trachite grigia, con inserti di pietra bianca ad imitazione del disegno della veneziana Piazza San Marco, è il luogo d’incontro preferito dei montagnanesi.

In epoca medievale la piazza fu pavimentata in semplice cotto e certo non esistevano gli eleganti edifici, quasi tutti del periodo sette-ottocentesco, che ora la impreziosiscono.

Non esisteva nemmeno il Palazzo della Cassa di Risparmio che, nonostante la sua apparenza medioevale, è un falso del XX secolo.

Il palazzo venne costruito, pur con molte riserve da parte degli studiosi locali, nel 1924 dopo che nel 1918 l’intero tratto compreso tra le due vie venne devastato da un furioso incendio.

Gli unici edifici risalenti ad un periodo vicino a quello delle mura e dei castelli sono quelli che sorgono sul lato nord orientale della piazza e risaltano appunto per la loro disadorna semplicità.

Nel 1715 Montagnana ebbe da Venezia l’ambito privilegio di erigere in Piazza Maggiore una colonna con il Leone di pietra che lì resterà fino a quando, con l’arrivo di Napoleone, il leone venne abbattuto per fare spazio all’albero della libertà.

La colonna rimase fino al 1881 a testimonianza dell’affetto dei montagnanesi per Venezia, poi venne abbattuta per far posto al monumento a Vittorio Emanuele II re d’Italia. Oggi è possibile vedere ciò che resta della colonna veneziana nel cortile della Rocca degli Alberi (Ostello).

Uno fra i più bei palazzi del settecento è quello dell’antico Monte di Pietà, la prima banca nella storia di Montagnana. L’istituto venne fondato nel 1497 per impulso dei Frati Osservanti, al fine di offrire a chi aveva pressante necessità di un prestito, un’alternativa ai banchi ebraici che fiorirono in Montagnana sin dal tardo XIV secolo.

Notevoli anche Palazzo Valeri e l’attiguo edificio con due eleganti camini in stile veneziano.

Il Palazzo della Loggia sorge sul luogo dell’antica chiesa di San Giovanni Battista, che aveva annesso un Ospizio per i pellegrini diretti in Terra Santa e che più tardi ospiterà anche le Suore francescane dette Pizzocchere.

Lo spazio e gli edifici, ormai fatiscenti, vennero acquistati dal Comune che vi edificò, nel 1877, l’attuale Palazzo in forme bramantesche che per decenni ospiterà prestigiose manifestazioni e sarà centro di vita culturale e mondana.

La loggia venne invece adibita a mercato coperto per grani. Fu così sistemata anche l’attigua Piazzetta Grani, in funzione del commercio del frumento, particolarmente pregiato, del territorio di Montagnana.

Notizie dalla Polizia Municipale
Notizie dalla Polizia Municipale
 
CORPO DI POLIZIA LOCALE INTERCOMUNALE DEL MONTAGNANESE

fra i Comune di Carceri, Casale di Scodosia, Montagnana, Urbana, Bevilacqua, Merlara, Castelbaldo e Masi

 

SEDE DELLA CONVENZIONE MONTAGNANA

c/o la Sede Municipale in Via Carrarrese, 14

Apertura al pubblico: 09.30 – 12.30 dal Lunedì al Venerdì

Contatti telefonici: 0429-81247 (Int.8)  - 335-5949710 - 0429-81308

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SEDE TERRITORIALE DISTACCATA - MERLARA

c/o la Sede Municipale in P.zza Martiri della Libertà, 9

apertura al pubblico 09.00 – 12.00 nei giorni di Martedì e Venerdì

Contatti telefonici: 0429-85015 (Int.3)

 

UFFICI DI CASALE DI SCODOSIA

c/o la Sede Municipale in Piazza G. Matteotti, 32

Apertura al pubblico 09.00 - 12.00 nel giorno di Lunedì

Contatti telefonici 0429-1704803