LOCANDINA FINALE

***********************************************************************************************************************************************************

                                       NUOVO SPORTELLO UTENZE RIFIUTI

DAL MESE DI OTTOBRE 2017 E' IN FUNZIONE IL NUOVO SPORTELLO UTENZE RIFIUTI DI “GESTIONE AMBIENTE Scarl”, CHE SOSTITUISCE IL PRECEDENTE “CONSORZIO PADOVA SUD – PDTRE Srl” PER RISOLVERE I PROBLEMI DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI.

IL NUOVO SPORTELLO SI TROVA SOLO A ESTE (PD) PRESSO IL CHIOSTRO DELLE CONSOLAZIONI IN VIA FRANCESCONI 2 (Ex Ospedale Vecchio di Este – Vedi foto).

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO - dal LUNEDÌ al VENERDÌ 9.00 - 12.30 e 15.00 - 18.30

CONTATTI

Numero verde 800 969 852

PEC - gestioneambientesQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mail – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ALLEGATI

Moduli per attivazione, variazione, cessazione utenze rifiuti e istruzioni per la compilazione

 Cattura

ELENCO DOCUMENTI DA PRODURRE

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ATTO DI NOTORIETA'

DICHIARAZIONE TARI

 

Cattura

E' nata MONTAGNANA De.C.O., il marchio di tutela e valorizzazione delle attività agroalimentari e delle tradizioni locali del Comune di Montagnana.  

Il regolamento della De.C.O. è stato approvato in Consiglio Comunale il 15.05.2017 con deliberazione n. 14 ed è consultabile al link. 

Le aziende interessate ad attribuire il marchio D.e.C.O., a "prodotti tipici locali", derivanti da attività agricola e zootecnica, o prodotti trasformati, agro-alimentari o artigianali, purchè realizzati nel territorio comunale secondo modalità che si sono consolidate nei costumi e nelle consuetudini locali, possono fare richiesta di iscrizione, compilando la modulistica allegata ed indirizzandola al Comune di Montagnana.

  

Montagnana Oggi - N.2 - Dicembre 2016

montagnanaoggi2016

clicca sulla foto per scaricare il giornalino in formato PDF

AGGIORNAMENTO PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (P.T.C.P.) 2017-2019

*******************************************************************************************************************************************

Archivio comunicati stampa

COMUNICATO STAMPA N.324:

- Nuovo servizio


COMUNICATO STAMPA N.323:

- Memorial Pasolini

- 5 - 19 dicembre 2015

- Castello di San Zeno Montagnana


COMUNICATO STAMPA N.322:

- A Montagnana il primo Corso Universitario sulla Storia e Culturale locale, e sulla sua Comunicazione e Marketing


COMUNICATO STAMPA N.321:

- Sabato 14 novembre in Città

- “Gaudeamus et Exultemus”. Concerto per il Decennale della Fondazione del Coro “Academia Musica Nova” Città di Montagnana


COMUNICATO STAMPA N.320:

- Le Meraviglie di Montagnana. Domenica prossima 15 novembre, mercatino dell’Antiquariato e visita guidata della Città


COMUNICATO STAMPA N.319:

- Incontro di formazione e informazione giovedì 12 novembre

- ”L’integrazione a scuola e nel mondo”

- L'assessore Mantoan: “SOS bambino I.A. Onlus, nato con lo scopo di aiutare le famiglie ad accogliere un minore straniero”


COMUNICATO STAMPA N.318:

- Comunicato stampa – Lettera aperta

- Migranti a Montagnana

- "Scelta calata dall'alto, sbagliata e non condividibile"


COMUNICATO STAMPA N.317:

- Nuovo servizio per tutti gli utenti dell’ULSS 17

- Punto Prelievi aperto anche di domenica all'ospedale Madre Teresa di Calcutta


COMUNICATO STAMPA N.316:

- Associazione Città Murate del Veneto

- Il Sindaco di Montagnana Loredana Borghesan, nuovo presidente


COMUNICATO STAMPA N.315:

- Consiglio Comunale di martedì 13 Ottobre

- Adottato il primo piano interventi del Comune di Montagnana


COMUNICATO STAMPA N.314:

- I vostri figli sono al sicuro in auto? Un corso di mezza giornata per scoprirlo

- Lo organizza l'Azienda ULSS 17 in collaborazione con il Comune di Montagnana e l'Automobile Club d’Italia ACI di Padova: venerdì 23 ottobre alle 10.00


COMUNICATO STAMPA N.313:

- Montagnana, tra le 400 località dell’iniziativa “Io non rischio”

- “Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

- L'assessore Draghi: “Iniziativa lodevole che pone all’attenzione sulle buone pratiche di protezione civile”


COMUNICATO STAMPA N.312:

- Chiusura di Porta Padova per lavori di rifacimento e sistemazione della pavimentazione


COMUNICATO STAMPA N.311:

- Un'iniziativa a cura del Comune di Montagnana, dell’Automobile Club d’Italia e dell'Azienda ULSS 17

- Corretto trasporto dei bambini in auto: indicazioni, normativa vigente e primo soccorso


COMUNICATO STAMPA N.310:

- Le meraviglie di Montagnana. Visita guidata alla città murata


COMUNICATO STAMPA N.309:

- Da giovedì 15 a domenica 18 ottobre

- Altro fine settimana con l’arte moderna nella sala Austriaca di Castel San Zeno


COMUNICATO STAMPA N.308:

- “Autunno Arte a Montagnana” Venerdì 9 ottobre alle ore 18.30, l’inaugurazione con la partecipazione “Live” del trio musicale “Alernatives”


COMUNICATO STAMPA N.307:

- Domenica 4 ottobre 2015 ore 16.00 Giornata Nazionale delle famiglie al museo

- Museo Civico di Castel San Zeno a Montagnana (Padova)


COMUNICATO STAMPA N.306:

- Da venerdì 2 a domenica 4 ottobre al via la quattordicesima edizione di “Montagnanese in Fiera”


COMUNICATO STAMPA N.305:

- Piano degli Interventi: Incontro con la cittadinanza per la presentazione della Variante al Piano degli Interventi, lo strumento di pianificazione per i prossimi 5 anni


COMUNICATO STAMPA N.304:

- “Montagnana capofila del Distretto di Polizia Locale denominato Corpo Di Polizia Locale Intercomunale del Montagnanese”

- Otto comuni uniti per garantire maggiore sicurezza”


COMUNICATO STAMPA N.303:

- “Montagnana aderisce alla Fondazione Città della Speranza”


COMUNICATO STAMPA N.302:

- Inaugurata la Valdastico Sud

- Il Sindaco Borghesan “Montagnana studia delle limitazioni al traffico pesante di attraversamento del proprio territorio”


COMUNICATO STAMPA N.301:

- E venne l’ora del Palio

- Città in festa per il Palio dei 10 Comuni del Montagnanese

- L’apice della manifestazione nel verde vallo della Rocca degli Alberi dalle ore 15.00


COMUNICATO STAMPA N.300:

- Verso il Palio dei 10 Comuni del Montagnanese edizione 2015

- Sabato 29 Agosto 2015 “Tenzone musici e sbandieratori”


COMUNICATO STAMPA N.299:

- Strada Regionale 10

- Il sindaco Borghesan: “a settembre il nuovo Assessore Regionale Elisa De Berti incontrerà i sindaci del territorio”


COMUNICATO STAMPA N.298:

- Più aree verdi, meno cemento. Anche Montagnana ha detto SI alla nuove “Varianti Verdi”


COMUNICATO STAMPA N.297:

- Protezione Civile. E’ partita la campagna “Io non rischio”


COMUNICATO STAMPA N.296:

- Progetto di Educazione Stradale

- Dal prossimo anno scolastico 2015/2016, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Montagnana


COMUNICATO STAMPA N.295:

- Montagnana da il benvenuto al nuovo comandante della Polizia Locale Alessandro Fozzato


COMUNICATO STAMPA N.294:

- 395.000 Euro dalla Regione Veneto per la riqualificazione dei sottoportici


COMUNICATO STAMPA N.293:

- Nuova opportunità per i cittadini

- La direzione dell'Ulss 17 incontra i cittadini

- Dallo scorso 1 luglio, tutti i mercoledì pomeriggio, il Direttore Generale Giovanni Pavesi incontrerà i cittadini per richieste di chiarimenti e segnalazioni


COMUNICATO STAMPA N.292:

- Predisposti i servizi di assistenza dell’Ulss 17, contro il gran caldo

- Grande caldo: è pronta la rete dei servizi sul territorio montagnanese e nel resto del territorio di competenza dell’ULSS 17


COMUNICATO STAMPA N.291:

- In vigore da venerdì prossimo 3 luglio in centro ritorna l’area ZTL


COMUNICATO STAMPA N.290:

- Montagnana ad Expo Milano 2015, da lunedì 22 a domenica 28 giugno


COMUNICATO STAMPA N.289:

- Da venerdì 19 a domenica 21 giugno, a Montagnana in Piazza Vittorio Emanuele II, in scena l’eccellenza del Melone Montagnanese


COMUNICATO STAMPA N.288:

- Domenica 14 giugno ritorna “Il Rinascimento a Montagnana”


COMUNICATO STAMPA N.287:

- Prevenzione contro la Zanzara Tigre


COMUNICATO STAMPA N.286:

- Ultimo fine settimana per la Kermesse dedicata al Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P.

- “Montagnana in Festa. Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P.”

- Gli appuntamenti gastronomici di venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 maggio


COMUNICATO STAMPA N.285:

- “Montagnana in Festa. Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P.”

- Gli appuntamenti gastronomici di mercoledì 20 e giovedì 21 maggio


COMUNICATO STAMPA N.284:

- “Montagnana in Festa. Prosciutto Veneto Berico-Euganeo D.O.P.”

- Gli appuntamenti gastronomici di lunedì 18 (gemellaggio gastronomico a cura dell’Accademia del Gusto di Ferrara) e martedì19 (gemellaggio gastronomico a cura dell’Associazione “Lo Cantacucco” di Finale Emilia)


COMUNICATO STAMPA N.283:

- Montagnana, scrigno di bellezza, arte e gusto


COMUNICATO STAMPA N.282:

- Premio “Il Sanmicheli 2014”


COMUNICATO STAMPA N.281:

- Presentata oggi la manifestazione dedicata al Prosciutto Veneto Berico-Euganeo Dop “Montagnana in Festa”
- Appuntamenti culturali, serate a tema, degustazioni, visite ai prosciuttifici e gemellaggi gastronomici all’insegna della qualità

BIBLIOTECA COMUNALE "PROF. FRANCESCO GAMBARIN"

Area 1
Settore 2
Servizi Culturali

Orari: 
"INVERNALE"
dal lunedì al venerdì: 15.00 - 19.00; sabato: 9.00 - 12.00.

 

"ESTIVO" (dalla chiusura alla riapertura delle scuole):
lunedì e venerdì, 15.00-19.00

martedì, mercoledì e sabato, 9.00- 12.00

giovedì, 9.00-12.00 e 15.00- 19.00.

 

CATALOGO COLLETTIVO DELLA BIBLIOTECA E DELLE ALTRE DELLA PROVINCIA DI PADOVA: http://bibliopadova.co mperio.it/opac/bbe/

;
 
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Telefono: 0429 83690
Fax: 0429 83690
 
Indirizzo: Castel S. Zeno piazza Trieste 14 C.A.P. 35044 MONTAGNANA (PD)
 
Strutture
SALA DI CONSULTAZIONE - Piano terra. EMEROTECA - Quotidiani: "Il Gazzettino", "Il mattino di Padova", "Il Corriere della Sera" (+ "Corriere del Veneto\Padova e Rovigo"), "Avvenire". Periodici vari (circa 30 testate).
SALA DI STUDIO - 1° piano.
Patrimonio: ca. 19.000 volumi. Catalogo informatizzato con n. 2 postazioni per il pubblico.
Servizio di prestito interbibliotecario provinciale.

Consultazione monografie ed enciclopedie.
Prestito esterno e interbibliotecario.
Emeroteca.
Consultazione catalogo provinciale.

 

Informazioni sui "cookies"

Cosa sono i cookie

Il sito web del Comune di Montagnana (il “Sito”) utilizza i cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che ne visiona le pagine. Gli utenti che accedono al Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer o periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Cookie del gestore del Sito

Cookie tecnici

Il Sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici”, quali i cookie di navigazione o sessione, quelli di funzionalità e quelli analitici.

Cookie di navigazione o sessione

Specificatamente, possono essere utilizzati cookie di navigazione o sessione , diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito. 

Cookie di funzionalità

Inoltre, possono essere installati cookie di funzionalità, strettamente necessari per fornire servizi esplicitamente richiesti dall’utente. 

Cookie analitici

Infine, sono possono essere installati cookie analytics, utilizzati esclusivamente dal solo gestore del Sito, per raccogliere informazioni, in forma aggregata ed anonima, sul numero degli utenti e su come gli utenti visitano il sito. A seguito di accettazione da parte dell'utente si utilizzerà il servizio specifico “Google analytics”: i dati acquisiti tramite Google analytics potranno essere utilizzati anche da Google, secondo i termini di servizio predisposti dalla stesso. Non sono presenti cookie di profilazione utilizzati dal gestore del Sito.

Cookie di parti terze

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questo sito non utilizza cookies analitici.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Google: Google Maps fornisce mappe interattive che consentono di includere mappe interattive personalizzabili all'interno delle proprie pagine web. Il nostro Sito può usare Google Maps per fornire informazioni dettagliate sulla localizzazione di uno specifico parcheggio. Utilizziamo Google Maps perchè crediamo che contribuisca alla tua esperienza nell'uso del nostro Sito. Di conseguenza, Google può installarvi un cookie chiamato "NID" (della durata di sei mesi) e un cookie chiamato "PREF" (della durata di due anni). Per accedere alla privacy policy combinata di Google, che comprende informazioni sui cookies che Google Maps può installare sul tuo dispositivo, clicca qui

Google Maps memorizza fino a quattro cookies: khcookie, NID, SNID e PREF. Usiamo Google mappe interattive, perché crediamo che essi forniscano un modo utile per i nostri visitatori per raggiungerci. Usiamo gli strumenti di Google Maps sulla base del fatto che Google rispetta la propria privacy policy e le proprie condizioni di servizio.

Installazione /disinstallazione cookie.

Opzioni del browser

L'utente può opporsi alla registrazione dei cookies sul proprio dispositivo configurando il browser usato per la navigazione: se utilizza il Sito senza cambiare le impostazioni del browser, si presuppone che intende ricevere tutti i cookies usati dal Sito e fruire di tutte le funzionalità. Si ricorda che l’utente può impedire l’utilizzo di alcuni o di tutti i cookie sopra descritti, configurando il browser usato per la navigazione, e precisamente

• Per Internet Explorer™: clicca qui

• Per Safari™ Safari su iPhone, iPad, o iPod touch: clicca qui

• Per Chrome™: clicca qui

• Per Firefox™: clicca qui

• Per Opera™: clicca qui

Come e quali cookie utilizziamo?

NomeTipologiaScopo e descrizione dei cookie
Cookie Joomla Cookie di Navigazione I cookie hanno la funzione esclusiva di riconoscimento degli utenti loggati permettendo la navigazione del magazine anche nelle aree riservate.
Cookie di Performance Cookie di Navigazione I cookie hanno la funzione di salvare informazioni sui fogli di stile inline per velocizzare le visite successive dell’utente e offrire una navigazione più rapida e meno costosa.
Google Maps Cookie di terze parti

Il sito utilizza in alcune parti il servizio di Mappe di Google. Per informazioni sui cookie in questione ecco il link https://www.google.it/intl/it/policies/privacy/ e http://www.google.com/policies/technologies/types/

Come controllare i cookies?

Puoi controllare e/o verificare i cookies come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookies già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l’installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

 

AVVISO PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE GESTIONE ASILO NIDO

 

A V V I S O

Con determinazione del Funzionario Responsabile I^ Area n. 185 del 07/04/2016 è stato avviato il procedimento per l'affidamento in concessione della gestione dell'Asilo Nido Comunale di Montagnana per il periodo dal 01/08/2016 al 31/07/2019. Tutte le informazioni relative alla procedura di gara possono essere richieste alla Stazione Appaltante presso l'Ufficio Territorio e Ambiente della Federazione dei Comuni del Camposanpierese_

- telefono: 049-9315638

- e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si fa presente che sul sito internet: www.fcc.veneto.it sono disponibili il bando di gara e tutti gli eventuali quesiti che verranno posti dai concorrenti unitamente alle risposte fornite dalla Stazione Appaltante

Urbanistica: Il Campanile e Porta Vicenza

- Il Castello di San Zeno

- Le Mura Sud

- Porta XX settembre

- La Rocca degli alberi

- Il Campanile e Porta Vicenza

 

L’antica Torre del Borgo è il vertice del pentagono costituito dalla cinta muraria; torre quasi angolare ma solo un pò più estesa delle torri normali.
In questo punto nel 1504 venne aperta una breccia per facilitare le comunicazioni con il convento degli Zoccolanti e con il porticciolo fluviale sul Fiumicello – Frassine.
Chiusa per il sopraggiungere degli eventi bellici legati alla Guerra di Cambrai, venne poi riaperta e sappiamo che nel 1595 veniva restaurato il corrispondente ponte, che divenne di mattoni nel 1700.
Quanto al campanile, si tratta di una torre dalla forma e dimensioni consuete, frutto di un innalzamento di una torre preesistente avvenuto fra il 1602 e il 1603.
La loggia ha verso l’interno una bella bifora con una balaustra in pietra.
Le finestre riproducono i sottostanti parapetti della merlatura, incorporata dal muro del campanile. Sopra il tetto, otto cuspidi ornate di sfera e croce.

Urbanistica: La Rocca degli alberi

- Il Castello di San Zeno

- Le Mura Sud

- Porta XX settembre

- La Rocca degli alberi

- Il Campanile e Porta Vicenza

 

Monumento simbolo di Montagnana, incastonato nella cortina muraria verso occidente, è il castello di Porta Legnago.
Analogamente al Castello di San Zeno, a levante, la Rocca degli Alberi era attorniata in origine da un fossato sia all’interno che all’esterno delle mura e quindi collegata con ponti levatoi.
Fu realizzata tra il 1360 e il 1362 su progetto di Franceschino De’ Schici, commissionato dal signore di Padova Francesco Da Carrara il Vecchio, i cui stemmi familiari (scalpellati dai veneziani successivamente alla sottomissione alla Serenissima nel 1405) compaiono accanto a quello del Comune di Padova. Il complesso è adibito dal 1963 a Ostello della Gioventù.
La Rocca è visitabile, a pagamento, nel periodo di apertura dell’Ostello della Gioventù; nella stagione invernale, occorre invece richiedere una guida all’Ufficio Turistico.

 

 

 

 

 

Urbanistica: Porta XX Settembre

- Il castello di San Zeno

- Le Mura Sud

- Porta XX settembre

- La Rocca degli alberi

- Il Campanile e Porta Vicenza

 

È l’ultima porta aperta nella cinta muraria.
Per farlo, nel 1885, sono stati abbattuti due tratti di muratura della cortina, allo scopo di mettere in comunicazione il centro cittadino con la locale ferrovia.

 

Urbanistica: Le Mura Sud

- Il Castello di San Zeno

- Le Mura Sud

- Porta XX settembre

- La Rocca degli alberi

- Il Campanile e Porta Vicenza

 

 

Le mura rappresentano l’elemento caratterizzante della città; pertanto meritano un capitolo a parte da dedicare interamente alla loro storia.

Urbanistica: Il Castello di San Zeno

- Il Castello di San Zeno

- Le Mura Sud

- Porta XX settembre

- La Rocca degli alberi

- Il Campanile e Porta Vicenza

 

La prima struttura militare di epoca marchionale, se non addirittura precedente, va ricercata nella zona dell’attuale Castel San Zeno, situata nella parte orientale della città. Un’osservazione approfondita rivela tracce di differenti epoche costruttive: i muri sono di laterizio, ma al suolo notiamo la presenza di mattoni alternati a grossi blocchi di pietra trachite dei Colli Euganei.
L’edificio ha subito numerosi rimaneggiamenti, alcuni dei quali hanno mascherato l’originaria struttura.
Il fossato interno non è più rilevabile, ma esisteva ed era di dimensioni considerevoli; l’ultimo tratto venne colmato soltanto agli inizi del 900.
Il fossato era scavalcato da ponti le cui arcate esistono ancora sotto il piano stradale; all’inizio del XVIII secolo i ponti levatoi in legno furono tolti e sostituiti con ponti in cotto, però è ancora possibile vedere il foro per la carrucola della catena che abbassava la passerella pedonale.
Il castello vero e proprio è costituito da quattro ambienti attorno ad un cortile interno con due torri minori piantate di sgembo.
I muri sono piuttosto spessi (125 cm) la merlatura manca o è stata rifatta ma si ritiene in modo abbastanza fedele ed anche alcune porte e finestre non corrispondono più a quelle originali.
La torre è l’edificio militare più antico della città, che domina dall’alto dei suoi 38 metri e rappresenta una delle caratteristiche salienti della cinta fortificata.
L’interno dell’antico castello, dove è possibile osservare il ballatoio ligneo coperto, recentemente restaurato, è stato adattato ad uso pubblico: l’ala veneziana comprende due grandi sale per conferenze e mostre; gli ambienti del Castello vero e proprio ospitano il Centro Studi sui Castelli che opera dal 1954 e raccoglie una cospicua documentazione sui castelli di tutta Europa, il Museo Civico, la Biblioteca Comunale, l’Archivio Storico municipale e il gruppo “Prototeatro”.

 

 

Le Chiese: San Francesco

- Il Duomo

- Sant'Antonio

- San Francesco

Le vicende della chiesa di San Francesco non sono del tutto chiare: in particolare, non si riesce ad accordare la data di costruzione attestata dalla concessione papale ai frati minori (1350) con il carattere romanico di alcuni elementi della chiesa.
L’osservazione evidenzia come in origine doveva essere di dimensioni più ridotte, in lunghezza e in altezza, ma nei secoli successivi venne ampliata in direzione delle mura e fu elevato il soffitto.
Dopo il restauro, avvenuto nel corso del 1960, furono accolte nell’attiguo antico monastero le Suore Clarisse e venne istituita nella chiesa l’adorazione perpetua.
Per questo motivo si prega di mantenere il massimo silenzio durante le visite.

Le Chiese: Sant'Antonio

- Il Duomo

- Sant'Antonio

- San Francesco

 

È la più antica chiesa di Montagnana, della cui esistenza si tramandano notizie almeno dal dodicesimo secolo.
Eretta in un romanico povero ma dignitoso è possibile notare, a questo proposito, il rosone, le lunette dei portali e le lesene.
La chiesa apparteneva ad un antico convento, retto dai cosiddetti frati del Tau, dal tipo di croce che portavano sull’abito, o Antoniti, in quanto seguaci dell’antico eremita egiziano, dediti alla cura dei pellegrini e dei malati, soprattutto degli affetti dal “fuoco di Sant’Antonio” e dei lebbrosi che avevano contratto la malattia nei loro pellegrinaggi in Oriente.
Pare che fosse usato il grasso di maiale per lenire i dolori dei malati sofferenti e a questo proposito si noti la curiosa cimasa al di sopra della piccola abside della cappella laterale a forma di ghianda.

I Monumenti: San Benedetto

- La Piazza

- Il Palazzo del Comune o Sammicheli

- L'ospedale della Natività

- San Benedetto

 

Nel 1502 vennero accolte a Montagnana le suore benedettine, che si assunsero il compito di educare le giovani.

La tradizione proseguì fino al 1807, quando il governo napoleonico soppresse il convento per sostituirlo dal 1811 con un Collegio Femminile di Stato che sussiste ancora (Educandato Statale S. Benedetto).

La chiesa fu costruita nel 1771, al posto della precedente che risaliva al ‘500, in un elegante tardo barocco.

L’edificio, non più adibito al culto, è attualmente destinato ad uso di interesse pubblico.

L’interno spazioso e luminoso mostra una galleria che corre attorno all’abside, il coro con gli stalli lignei e la scala d’onore.

I Monumenti: L'ospedale della Natività

- La Piazza

- Il Palazzo del Comune o Sammicheli

- L'ospedale della Natività

- San Benedetto

 

L’antico Ospedale cittadino della Natività in via Dei Montagnana, che a prima vista può sembrare una chiesa convento, offriva in realtà assistenza medica ai poveri e ospitalità alle persone abbandonate.

Nonostante una parte degli affreschi sia stata strappata e portata alle Gallerie dell’Accademia a Venezia, rimangono interessanti tracce di opere del Buonconsiglio.

L’edificio è oggi sede di un istituto di credito.

I Monumenti: Il Palazzo del Comune o Sammicheli

 - La Piazza

- Il Palazzo del Comune o Sammicheli

- L'ospedale della Natività

- San Benedetto

 

La paternità sammicheliana di questo edificio è discussa e certamente la parte superiore, nella sua forma attuale è databile dopo il 1593, anno in cui dovette essere ricostruita a seguito di un furioso incendio che la distrusse; pare comunque indubbia l’influenza della scuola del grande maestro veronese, benché non manchino nell’architettura di quello che ormai viene chiamato “Palazzo Sammicheli”, influenze e suggestioni di altri grandi del '500 veneto.

Per una datazione incerta c’è invece una data certa, quella di inizio della costruzione avvenuta intorno al 1537 e 1538.

La sala consigliare è l’ambiente più bello e ampio dell’edificio e nel 1605 un famoso intagliatore, Marcantonio Vanin, fu incaricato di decorarne i soffitti.

Il punto di osservazione migliore del Palazzo si trova nella parte posteriore, dove la massa dell’edificio risalta in tutta la sua imponenza, grazie anche al leggero dislivello delle strade secondarie rispetto alla via Carrarese.

I Monumenti: La Piazza

 - La Piazza

- Il Palazzo del Comune o Sammicheli

- L'ospedale della Natività

- San Benedetto

 

La Piazza Maggiore, occupata nella parte centrale dal “Listòn” di trachite grigia, con inserti di pietra bianca ad imitazione del disegno della veneziana Piazza San Marco, è il luogo d’incontro preferito dei montagnanesi.

In epoca medievale la piazza fu pavimentata in semplice cotto e certo non esistevano gli eleganti edifici, quasi tutti del periodo sette-ottocentesco, che ora la impreziosiscono.

Non esisteva nemmeno il Palazzo della Cassa di Risparmio che, nonostante la sua apparenza medioevale, è un falso del XX secolo.

Il palazzo venne costruito, pur con molte riserve da parte degli studiosi locali, nel 1924 dopo che nel 1918 l’intero tratto compreso tra le due vie venne devastato da un furioso incendio.

Gli unici edifici risalenti ad un periodo vicino a quello delle mura e dei castelli sono quelli che sorgono sul lato nord orientale della piazza e risaltano appunto per la loro disadorna semplicità.

Nel 1715 Montagnana ebbe da Venezia l’ambito privilegio di erigere in Piazza Maggiore una colonna con il Leone di pietra che lì resterà fino a quando, con l’arrivo di Napoleone, il leone venne abbattuto per fare spazio all’albero della libertà.

La colonna rimase fino al 1881 a testimonianza dell’affetto dei montagnanesi per Venezia, poi venne abbattuta per far posto al monumento a Vittorio Emanuele II re d’Italia. Oggi è possibile vedere ciò che resta della colonna veneziana nel cortile della Rocca degli Alberi (Ostello).

Uno fra i più bei palazzi del settecento è quello dell’antico Monte di Pietà, la prima banca nella storia di Montagnana. L’istituto venne fondato nel 1497 per impulso dei Frati Osservanti, al fine di offrire a chi aveva pressante necessità di un prestito, un’alternativa ai banchi ebraici che fiorirono in Montagnana sin dal tardo XIV secolo.

Notevoli anche Palazzo Valeri e l’attiguo edificio con due eleganti camini in stile veneziano.

Il Palazzo della Loggia sorge sul luogo dell’antica chiesa di San Giovanni Battista, che aveva annesso un Ospizio per i pellegrini diretti in Terra Santa e che più tardi ospiterà anche le Suore francescane dette Pizzocchere.

Lo spazio e gli edifici, ormai fatiscenti, vennero acquistati dal Comune che vi edificò, nel 1877, l’attuale Palazzo in forme bramantesche che per decenni ospiterà prestigiose manifestazioni e sarà centro di vita culturale e mondana.

La loggia venne invece adibita a mercato coperto per grani. Fu così sistemata anche l’attigua Piazzetta Grani, in funzione del commercio del frumento, particolarmente pregiato, del territorio di Montagnana.

Ville e Palazzi: Palazzo Magnavin-Foratti

- Villa Pisani e il "Borgo Veneziano"

- I palazzi di via Borgo Erniano

- Palazzo Uberti

- Palazzo Magnavin-Foratti

 

Un indiscutibile pezzo di Venezia trasportato in terraferma è il Palazzo Magnavin – Foratti, esempio di grazia e gentilezza dell’architettura gotica veneziana del XV secolo.

Notevole il portale di pietra tenera e l’ampio portico a tre arcate diviso da colonne sormontate da capitelli con volte a vela, che si richiamano ai motivi dei fondaci veneziani.

Coevo e di un certo interesse il dipinto raffigurante la Madonna col Bambino, purtroppo molto rovinato.

Al primo piano è possibile ammirare il motivo tipicamente veneziano della splendida pentafora centrale, abbellita da due poggioli di pietra, traforati a nido di rondine e da quattro alte finestre ai lati.

Testi tratti da "Montagnana Itinerario turistico", di A. Costantini, edizione 2002, Ass.ne Pro Loco Montagnana.

 

 

 

Ville e Palazzi: Palazzo Uberti

 

- Villa Pisani e il "Borgo Veneziano"

- I palazzi di via Borgo Erniano

- Palazzo Uberti

- Palazzo Magnavin-Foratti

 

In via Matteotti, detta un tempo “via Grande” è possibile ammirare palazzi signorili e grandi edifici dalle architetture più diverse.

All’inizio della via è collocato Palazzo Uberti, attuale sede della Direzione Centrale dell’Istituto bancario Crediveneto; il palazzo venne eretto verso la metà del ?500 da Giovanni Antonio de Uberti, della nobile famiglia di Farinata e dello scrittore Fazio degli Uberti.

Costruito su cinque archi di portico, presenta un portale con stemma, poggioli di pietra e una iscrizione latina nella cornice.

È uno splendido esempio di riutilizzazione razionale ed insieme rispettosa, di un vecchio palazzo signorile.

Testi tratti da "Montagnana Itinerario turistico", di A. Costantini, edizione 2002, Ass.ne Pro Loco Montagnana.

Ville e Papazzi: I Palazzi di via Borgo Erniano

 

- Villa Pisani e il "Borgo Veneziano"

- I palazzi di via Borgo Erniano

- Palazzo Uberti

- Palazzo Magnavin-Foratti

 

Particolarmente degna di nota per l’agilità e la delicatezza delle forme, è la bella loggia conosciuta come la Loggetta del Veneziano, palazzina di caccia prima dei Pesaro, poi dei Pisani, costruita tra il 1524 ed il 1530 e per la quale si è fatto il nome di un altro grande architetto del '500 veneto, il Falconetto.

Sullo stesso lato della Villa Pisani, possiamo osservare il grande Palazzo Giusti Sammartini, anticamente appartenuto ad un ramo distinto dei Pisani.

Edificato nel 1756, dava accesso alla Corte dei Pisani.

Nella cappella tra le due grandi ville, riposarono per oltre un secolo le ceneri dell’ammiraglio veneziano del XIV secolo Vettor Pisani.

Più avanti, sullo stesso lato, si eleva un severo palazzo quattrocentesco, con belle finestre e portale contornato da pietra lavorata. Era la casa dei Gatteschi, legati al famoso condottiero Erasmo da Narni, che Venezia ricompensò con immobili e terre nel territorio di Montagnana.

Testi tratti da "Montagnana Itinerario turistico", di A. Costantini, edizione 2002, Ass.ne Pro Loco Montagnana.

 

 

Ville e Palazzi: Villa Pisani e il "Borgo Veneziano"

- Villa Pisani e il "Borgo Veneziano"

- I palazzi di via Borgo Erniano

- Palazzo Uberti

- Palazzo Magnavin-Foratti

 

Alla metà del secolo XVI, Francesco Pisani, nobile veneto di finissimo gusto e di notevoli possibilità finanziarie, decise di costruirsi una dimora che fosse il centro propulsore delle sue attività; per questo assunse il maggior architetto del suo tempo e uno dei massimi della storia, il Palladio, il quale gli eresse la bella villa che sorge accanto al Castello di San Zeno.

L’edificio assomiglia più ad un palazzo che non ad una villa vera e propria: il cubo dell’edificio, che rappresenta una delle prime applicazioni di questo modello, è scompartito da colonne doriche e ioniche, secondo un canone tipicamente rinascimentale e a metà altezza è contornato da una elegante decorazione a bucrani.

La villa, osservata dalla strada, rischia di non dire molto; un po’ meglio la parte posteriore che si apre con un portico sormontato da una loggia.

L’interno del palazzo, di proprietà privata, ospita quattro statue rappresentanti le Stagioni, opera dello scultore trentino Alessandro Vittoria.

Testi tratti da "Montagnana Itinerario turistico", di A. Costantini, edizione 2002, Ass.ne Pro Loco Montagnana.

Montagnana Oggi - N.3 - Settembre 2012

Clicca sulla foto per scaricare il Giornalino in formato PDF.

Notizie dalla Polizia Municipale
Notizie dalla Polizia Municipale
 
CORPO DI POLIZIA LOCALE INTERCOMUNALE DEL MONTAGNANESE

fra i Comune di Carceri, Casale di Scodosia, Montagnana, Urbana, Bevilacqua, Merlara, Castelbaldo e Masi

 

SEDE DELLA CONVENZIONE MONTAGNANA

c/o la Sede Municipale in Via Carrarrese, 14

Apertura al pubblico: 09.30 – 12.30 dal Lunedì al Venerdì

Contatti telefonici: 0429-81247 (Int.8)  - 335-5949710 - 0429-81308

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SEDE TERRITORIALE DISTACCATA - MERLARA

c/o la Sede Municipale in P.zza Martiri della Libertà, 9

apertura al pubblico 09.00 – 12.00 nei giorni di Martedì e Venerdì

Contatti telefonici: 0429-85015 (Int.3)

 

UFFICI DI CASALE DI SCODOSIA

c/o la Sede Municipale in Piazza G. Matteotti, 32

Apertura al pubblico 09.00 - 12.00 nel giorno di Lunedì

Contatti telefonici 0429-1704803